Pallamano, Conversano ha un sogno: il titolo d’inverno

Titolo d’inverno in palio oggi, nell’ultimo sabato di Serie A1 del 2019 che mette le 14 squadre della massima serie di fronte alle proprie ambizioni, ai propri obiettivi, ai propri limiti. Si gioca la 13^ giornata, l’ultima di andata. Tre le capolista: Ego Siena, Conversano e Brixen. Tra tutte, la formazione altoatesina di Davor Cutura è quella attesa dal confronto più ostico: quello al Pala Tacca, sul campo del Cassano Magnago, è un vero e proprio scontro ad alta quota. Perché se c’è una triade di testa, anche Ilic e compagni sono lì, appena due punti più indietro e lanciatissimi dopo la vittoria di sabato scorso sul campo di Siena. C’è la trappola nella trasferta dei toscani di Alessandro Fusina sul campo della Banca Popolare di Fondi. La differenza di punti e di percorso – i laziali hanno racimolato appena 6 punti – fino ad ora fa pendere i pronostici tutti dal lato dell’organico bianconero, ma Fondi non vince da due mesi, dal 5 ottobre scorso, e farà di tutto per risollevare la testa proprio sul finire dell’anno. Difficile da decifrare anche la partita di Conversano, di scena in casa dell’Alperia Merano. I problemi di formazione con cui Jurgen Prantner deve fare i conti sono innegabili – dal figlio Max a Petricevic –, ma la prestazione gagliarda offerta nel derby del turno scorso perso al fotofinish contro Bressanone ha confermato lo spirito battagliero dei Diavoli Neri. Conversano è una delle migliori difese della Serie A1 con 23 reti subite per partita: un dato da cui Giannoccaro e compagni ripartono oggi in Alto Adige (h 19:00).
Indecifrabile il match Trieste-Pressano (h 18:30). I giuliani nelle ultime due apparizioni casalinghe hanno battuto Cassano Magnago e messo in crisi Siena. Sul versante opposto arriva un Pressano con le ossa rotte e che ha raccolto due punti nelle ultime quattro partite. Sampaolo e compagni sono sospesi fra l’8^ posizione, sinonimo di qualificazione ai Play-Off, e la seconda metà di una graduatoria in cui si lotta per non retrocedere. E qui gravita la Junior Fasano, di scena sul campo del Raimond Sassari. “Stiamo bene. Dopo un inizio di campionato non facile, stiamo vivendo un buon momento di forma e dobbiamo continuare così. Penso che Sassari abbia l’organico per stare tra le prime 5-6 squadre del campionato”, sono le parole di Riccardo Stabellini. L’ostacolo Junior, però, non è mai dei più semplici da fronteggiare. Al Palasantoru via alle ore 18:30. I pugliesi del tecnico Francesco Ancona vogliono allontanarsi da una zona rovente in cui 5 squadre sono racchiuse in soli due punti. Un garbuglio dove assume un ruolo centrale lo scontro-salvezza tra Sparer Eppan ed MFoods Carburex Gaeta, appaiate a quota 6 e avversarie dalle ore 19. Indispensabile vincere in casa del Metelli Cologne per i campioni d’Italia del Bolzano (h 20:30). Per non perdere il contatto con il quarto posto, ora a -2, e
arrivare col vento in poppa alla Supercoppa il 22 dicembre in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: