A Monopoli, “La Rendella ti racconta…”

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Monopoli e la Biblioteca civica “Prospero Rendella” di Monopoli aderiscono per il terzo anno consecutivo alla campagna di promozione della lettura “Il Maggio dei Libri”, giunta alla sua decima edizione su tutto il territorio nazionale e promossa dal Centro per Libro e la Lettura e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il Maggio dei Libri in Rendella quest’anno cambia veste e si adegua al periodo  di emergenza sanitaria che stiamo vivendo. In un momento in cui anche la cultura ruota principalmente intorno al digitale, il “Maggio dei Libri  2020“ intende essere però un’occasione per diffondere la creatività dei lettori attraverso la rete  e per guardare insieme con speranza al futuro. Il tema di quest’anno è “Se leggo scopro”, perché la lettura è sempre il miglior modo per scoprire se stessi, gli altri e il mondo che ci circonda.

Nell’ambito della rassegna nazionale, l’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Rendella propongono un programma di eventi digitali e di progetti di videolettura dal titolo “La Rendella ti racconta”.

Si parte il 12 maggio con l’Associazione culturale Fly “Scrittori in fasce: la mia storia per tutti” alle ore 18.00. A seguire gli altri appuntamenti: 15, 19, 22, 26 e 29 maggio.

Maggiori dettagli, modalità di partecipazione ed informazioni riguardanti altre iniziative saranno forniti nei prossimi giorni attraverso il sito e i canali social della Rendella.

«In questa fase  di emergenza sanitaria per il contenimento del Coronavirus, la Biblioteca Rendella non sta a guardare e continua ad investire in cultura. In attesa di poter riaprire, nel corso del mese di maggio avviamo una serie di iniziative virtuali adeguandoci a ciò che la situazione del momento impone. Iniziamo aderendo al “Maggio del Libri” con una edizione completamente nuova quest’anno ma che sono sicura appassionerà i nostri piccini. La Rendella, quindi, si racconterà entrando in maniera virtuale direttamente nelle case  di tante famiglie», dichiara l’Assessore alla Cultura Rosanna Perricci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: