Merce confraffatta donata alla Caritas dalla GdF

I Finanzieri della Compagnia di Andria hanno donato alla Caritas di Bisceglie 104 capi di abbigliamento sequestrati nel corso di un’operazione di contrasto al commercio illegale di merce contraffatta.
Il vestiario è stato sottratto al mercato illegale nel corso di un intervento d’iniziativa eseguito dalle Fiamme Gialle andriesi e che, successivamente, il Tribunale di Trani ha confiscato, disponendone la devoluzione in beneficienza.
L’occasione della donazione per l’utilizzo solidale a cura della Caritas di Bisceglie che ha preso in consegna giubbotti, pantaloni e scarpe che verranno distribuiti a persone indigenti è stata propizia per condividere un’ulteriore idea di utilità sociale: la donazione di generi alimentari da parte dei Finanzieri ad un Ente caritatevole di un quartiere di periferia di Andria.
Una iniziativa di beneficienza – nata dall’idea del Cappellano militare Padre Tommaso che ha trovato grande entusiasmo nell’adesione di tutti i militari della Compagnia di Andria – in linea con la funzione sociale della Guardia di Finanza e che ha visto l’intero Reparto donare beni a lunga scadenza come pasta, latte, biscotti, pannolini, conserve e carne in scatola.
Un atto di generosità che vede partecipi le Fiamme Gialle – in un momento particolarmente difficile per l’intera comunità locale – nel prodigarsi con dedizione e professionalità non solo come Polizia economico-finanziaria, ma a fianco dei cittadini sempre, in un perfetto connubio tra dovere e solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: