Conversano, amministrazione commissariale avvia stabilizzazioni del personale

Prosegue, intensa, l’attività dell’amministrazione commissariale (4 i funzionari inviati dal prefetto di Bari dopo lo scioglimento del consiglio comunale e la sfiducia all’amministrazione Loiacono) che dopo aver rimborsato le rette delle mense e dei trasporti pubblici e dopo aver acquistato i pc e le schede di connessione ai 135 alunni della Scuola Falcone, ha pubblicato l’avviso pubblico per la stabilizzazione di un agente della Polizia locale. Un vigile urbano precario, dunque, potrà diventare di ruolo con contratto a tempo indeterminato. Per l’ammissione alla selezione disposta dall’amministrazione commissariale tramite l’ufficio personale diretto dal responsabile Angelo Lombardini, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo determinato nel Comune di Conversano in data successiva al 28.08.2015; essere stato assunto a tempo determinato con procedure concorsuali effettuate dal Comune di Conversano ovvero con procedure concorsuali realizzate anche da altre pubbliche amministrazioni. I soggetti interessati devono far pervenire la manifestazione di interesse entro il 12 giugno, mediante presentazione della domanda di ammissione alla selezione, redatta come da fac-simile pubblicato sul sito istituzionale www.comune.conversano.ba.it
Questa attività svolta dall’amministrazione commissariale è la risposta ai politici, identificabili nell’amministrazione Loiacono, sfiduciata il 20 maggio, che continuano a pubblicare messaggi che puntano a sminuire, demonizzandolo (“fanno solo ordinaria amministrazione, i problemi al mercato ecc… sono il risultato del commissariamento”), il valore dei funzionari del Ministero dell’Interno inviati a Conversano dal prefetto di Bari. Il dottor Fabio Colapinto e i suoi 3 sub commissari stanno assolvendo benissimo al loro compito, risolvendo molti dei problemi ereditati dalla vecchia amministrazione, così come è possibile verificare attraverso la quotidiana consultazione degli atti, alcuni dei quali pubblicati sul sito istituzionale e sull’albo online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: