New Mater Volley, Patriarca: “A Castellana per vincere”

Un altro nuovo ingaggio, un altro gradito ritorno per la New Mater Volley Castellana Grotte che, nella stagione 2020/2021, parteciperà al campionato nazionale serie A2 Credem Banca di pallavolo maschile. Dopo le ufficializzazioni di coach Gulinelli e del regista Garnica, dopo la conferma del libero De Pandis e l’arrivo del centrale Gitto, il direttore sportivo Bruno De Mori ha ufficializzato la firma di Stefano Patriarca.
Centrale molisano classe 1987, 205 centimetri di altezza, Patriarca di fatto resta nella Città delle Grotte dopo i tre campionati giocati con la Materdominivolley.it. Il prossimo, però, sarà il quinto campionato giocato dal centrale nato ad Agnone (Is) a Castellana: per lui, infatti, una stagione anche alla New Mater Volley, in serie A1, nel 2010/2011. Otto campionati di A1 (cresciuto pallavolisticamente a Macerata, è passato poi anche per Verona, Latina, Milano e Piacenza), otto campionati di A2 (tra le sue esperienze anche Siena, Crema, Santa Croce e Agnone), una Junior League (nel 2007 con Macerata), uno scudetto (nel 2014 sempre nelle Marche) e una Coppa Italia A2 (nel 2017 a Siena) nel curriculum sportivo di Patriarca per un totale di 366 partite in carriera e 2279 punti fatti.
Nella scorsa stagione il quasi 33enne (li compirà il prossimo 23 luglio), che nel 2011 ha indossato anche la maglia dell’Italia in World League, è stato primo dei centrali per punti realizzati (179), secondo in assoluto per muri vincenti (45) e nono assoluto nella classifica muri vincenti / set (0,56). In generale, negli ultimi cinque anni di serie A2, Patriarca è primo tra i centrali per punti fatti (955 in 96 presenze).
In maglia New Mater, ritroverà al centro Gitto (con cui ha condiviso le giovanili a Macerata, il successo in Junior League e un anno a Latina) e in panchina Gulinelli (che lo ha già allenato per metà stagione proprio a Castellana in serie A1).
“La scelta di rimanere a Castellana ha un duplice significato – ha commentato Patriarca – Dal punto di vista sportivo ho scelto una società che conosco e ho apprezzato: con i dirigenti c’è sempre stato un rapporto di stima. Dal punto di vista personale ho scelto una città a cui sono molto legato e che sento ancora di difendere: giocare per i colori di Castellana mi dà tanti stimoli e i rapporti con il pubblico e l’ambiente anche extra pallavolistico è speciale. La prima esperienza alla New Mater – ha ricordato il centrale molisano – mi ha dato la possibilità di lanciarmi. Quell’anno è stato fantastico, anche se finito con la retrocessione. L’arrivo di Gulinelli ci diede una grande carica: dal punto di vista personale per me iniziò una nuova stagione, giocai molto di più e salì di molto il mio rendimento. Con il mister ci siamo sempre sentiti, abbiamo mantenuto un ottimo rapporto. Finalmente abbiamo la possibilità di tornare a lavorare assieme. Peraltro poi il prossimo anno in squadra ritroverò anche Carmelo (Gitto, ndr) con cui ho condiviso gli inizi a Macerata e una meravigliosa stagione a Latina – ha concluso Patriarca – Ci sono tutti i presupposti per far bene e continuare un percorso bellissimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: