Monopoli, SOS Chiesa S. Andrea e Procopio

Si tratta di uno dei siti rupestri più belli e interessanti di Monopoli e pur essendo di proprietà privata può e deve essere considerato patrimonio comune. In questi giorni, purtroppo, la chiesa rupestre presente nel sito è stata investita dalla furia dell’acqua riversatasi nella lama l’Assunta e si è completamente allagata, con grave rischio non solo per la struttura, ma anche e soprattutto del patrimonio di affreschi presenti all’interno. Appresa la notizia dal proprietario Nicolò Pascale, persona squisita e sempre disponibile a far visitare il sito a chiunque ne faccia richiesta, il mondo dell’associazionismo e della società civile, in primis Ctg Egnatia e Renovatio Historiae, che in questi giorni di agosto stanno organizzando iniziative in quel posto, hanno lanciato una vera e propria campagna social per richiamare l’attenzione sulla situazione in essere e provare a fare qualcosa. La reazione è stata ottima, professionisti e cittadini stanno raccogliendo l’invito e si stanno mettendo a disposizione. Il primo step previsto sarà quello della dott.ssa Nori Meo Evoli, esperta in materia, che ha dato la sua ampia disponibilità a compiere un sopralluogo nei prossimi giorni e sulla base di questo si potrà partire con la mobilitazione e cercare di salvare questo bene comune. Bene comune, peraltro, inserito proprio in queste ultime settimane nei tour promossi dall’assessorato alla cultura del Comune di Monopoli, ma non risulta, al momento, nessun interessamento nei confronti di quanto accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: