Monopoli, cimitero, dove sono le carrozzelle per disabili?

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un cittadino monopolitano che lamenta il mancato funzionamento di un servizio istituito tempo fa presso il Cimitero di Monopoli e del quale, oggi, non si ha più notizia.

 

Ieri riflettevo su chi ha una difficoltà motoria. Mentre ero al cimitero per far visita ai miei parenti, ho visto una signora che camminava a fatica con una stampella e un accompagnatore e mi sono ricordato che il nostro Comune, alcuni anni fa, forse era assessore Cecilia Matera o Giuseppe Campanelli, fornì al Cimitero tre carrozzelle in deposito, da mettere a disposizione di chi non poteva camminare. Si tratta di una carrozzella elettrica e 2 ad autospinta. Esse furono affidate al custode del cimitero e tutte messe a disposizione dei visitatori non deambulanti. Sta di fatto che da allora ad oggi non le ho più viste e tantomeno c’è un cartello dal quale si evinca che vi è questa possibilità per chi fa fatica a deambulare, e ne volesse far richiesta per andare a trovare i propri cari senza fatica e con tranquillità. Non c’è alcun annuncio da qualche parte e chiedendo al custode alcune spiegazioni del perché non vengono messe a disposizione, mi ha riferito che hanno bisogno di manutenzione e devono essere aggiustate. Ora fatemi capire perché il Comune di Monopoli trascura questo importante servizio al cittadino? Il nuovo assessore Ilaria Morga è al corrente di tale situazione? Una cosa è certa che per intervenire su una qualsiasi opera di manutenzione il Comune ha bisogno di minimo 2/3 mesi perché devono appaltarlo, ma stiamo scherzando? Io come cittadino che ha una disabilità e mi muovo su una carrozzella elettronica autonoma, mi chiedo perché manca la sensibilità nei confronti di tutti i cittadini? Inoltre, a mio parere, tutto ciò che precedenti amministrazioni hanno fatto di buono va mantenuto e curato, anche questo servizio che andrebbe ripristinato e messo a disposizione dei cittadini”.

Oltre alla lettera del cittadino, che pubblichiamo con la speranza di intervento da parte delle autorità preposte, ci risulta anche che nel lontano 2010 fu istituito un vero e proprio pulmino elettrico per le persone con difficoltà di deambulazione. Esiste ancora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: