Regionali – Lofano (FI): “A queste elezioni è in gioco il futuro”

Ultima settimana di campagna elettorale e ultimi comizi pubblici. Nel suo intervento, nell’anfiteatro di Villa Belvedere a Conversano, il dottor Bartolomeo Lofano candidato al consiglio regionale con Forza Italia, ha parlato di “futuro in gioco per la Regione Puglia”. Il medico con la passione dell’agricoltura, ha posto l’accento sui due settori di sua competenza: sanità e agricoltura. “La sanità – spiega – in Puglia ha bisogno di una completa riorganizzazione, di nuove regole per le strutture pubbliche e convenzionate, nel rispetto di un principio che veda il cittadino al centro della sanità pugliese. L’agricoltura deve puntare sull’innovazione, sul coinvolgimento diretto del comparto, delle organizzazioni, dei centri di ricerca che puntino sull’innovazione e sulla tutela di chi in questo settore lavora”.
ARIF: COMPRAVENDITA DI VOTI
Nel suo intervento, il candidato di Forza Italia ha citato due episodi che, a suo dire, “danno l’idea precisa sulla considerazione che l’amministrazione regionale uscente di centrosinistra ha del mondo agricolo e di quello sanitario”. Il riferimento è ai concorsi banditi dall’ARIF (Agenzia regionale per i servizi irrigui e forestali) ad una settimana dal voto. E’ noto, infatti, che l’11 settembre il dottor Francesco Ferraro, direttore generale dell’ARIF (Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali) ha indetto i concorsi per 110 unità di personale amministrativo e tecnico; 110 per operai; 25 per progressioni di carriera; 4 per funzionario amministrativo tecnico; 20 per istruttore amministrativo tecnico; 11 per esecutore amministrativo tecnico. “Non è corretto indire i concorsi a pochi giorni dalle elezioni – ha ammonito – avrebbero dovuto farlo prima, con una programmazione attenta e puntuale, che garantisse un servizio irriguo efficiente e necessario, abbattendo lunghe liste di attesa ed eliminando i disservizi presenti sulla rete”. Venerdì, intanto, è in programma una mobilitazione a Bari, organizzata dal sindacato CSA Regioni autonomie locali che ha avviato un’azione legale contro Arif.
SANITA’ E PIANO DI RIENTRO
Il dottor Lofano ha inoltre citato la notizia, non ancora suffragata da atti ufficiali, sulla presunta uscita della Puglia dal Piano di rientro sanitario, avviato nel 2010, annunciata dal ministro della Salute Roberto Speranza. “E’ evidente – ha tagliato corto Lofano – che si tratta di un annuncio ad uso e consumo elettorale”. Anche in questo caso – ha aggiunto il candidato – Emiliano e il suo centrosinistra hanno dimostrato che considerazione hanno della sanità nella nostra regione: “Uno strumento da utilizzare solo per catturare voti. In realtà mancano i pareri congiunti del Ministero della Salute e dell’Economia e del Consiglio dei Ministri. E per quel che riguarda la gestione Fitto, Emiliano per proprio tornaconto propagandistico omette di dire che fino al 2005 la giunta regionale non ha mai avuto contestazioni dai tavoli ministeriali. E che i problemi sono iniziati nel 2006, con la giunta Vendola che ha sforato il Patto di stabilità, negli anni successivi si sono susseguite contestazioni, nel 2010 la Regione è entrata nel Piano di rientro, situazione che dura da 10 anni. Questi i fatti, al netto della propaganda elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: