Conversano, ripetitori 5G, lettera del PVU al sindaco

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Illustrissimo sig. sindaco Vogliamo sottoporle un tema caro ai cittadini di questo comune e riguarda il benessere e la salute personale di ogni singola persona che lo abita. In questo particolare momento di continua e crescente evoluzione tecnologica, si fa sempre più attuale e prossimo il momento di affrontare, in modo responsabile, I’adozione e l’utilizzo della ”TECNOLOGIA 5G'” Sappiamo che Lei, come primo cittadino, ha a cuore la salute della popolazione che rappresenta, e che mai ne metterebbe a repentaglio la stessa. La pericolosità delle onde “5G” emesse dai ripetitori che permettono questa tecnologia ci è stata evidenziata da diversi esponenti del mondo scientifico nazionale ed internazionale, i quali ci hanno messo in guardia sull’aspetto “Vagotonico” che si viene a creare nel momento in cui si attiva questo particolare campo elettromagnetico. Siamo a conoscenza che ci sono soluzioni per far fronte al problema, grazie a dei nano processori testati e certificati, che una volta inseriti nelle microcelle dei ripetitori ne annullano la pericolosità. Questo dovrebbe essere fatto dai produttori e/o gestori di questa tecnologia. Per sua maggiore informazione e/o conoscenza La invitiamo a consultare le pubblicazioni e le certificazioni già effettuate e che si possono trovare sul sito www.geoprotex.com. Siamo a conoscenza che la pericolosità di queste irradiazioni elettromagnetiche non è mai stata testata sull’essere umano, e nemmeno sui cittadini di questo comune. Facciamo presente che la responsabilità amministrativa, civile e penale compete al Sindaco. Invitiamo, pertanto, il Sindaco ad accertarsi presso le sedi competenti delle eventuali conseguenze di ordine sanitario derivanti dalla applicazione sul proprio territorio comunale di questa tecnologia, conseguenza che si potrebbero manifestarsi nel breve, medio o lungo termine. Ricordiamo quanto recita l’art. 32 della nostra Costituzione. Facciamo anche presente che nel 2011 la IARC (International Agency for Research on Cancer) ha classificato i campi elettromagnetici delle radiofrequenze come “possibili cancerogeni per l’uomo” mentre a novembr:e del 2018 il National Toxicology Program e a marzo 2018 l’istituto Ramazzini di Bologna ( centro di ricerca sul cancro Cesare Maltoni) hanno entrambi confermato I’associazione tra esposizione alle radiofrequenze della telefonia mobile e la manifestazione di vari tipi di tumori (cervello, ghiandole surrenali, a cellule nervose del cuore). Auspichiamo che lei sig. sindaco si attivi per la tutela della salute dei suoi cittadini, richiedendo esplicitamente ai produttori/gestori di asseverare tali emissioni come sicure per la salute dei cittadini nel breve, medio e lungo periodo. Nell’eventualità che ci fossero altre autorità che si siano espresse in modo favorevole al 5G (es. I.S.S. o segreteria del Ministero della Salute) sarà buona cosa verificarne la certificazione che riporti il messaggio SICURE PER LA SALUTE DEI CITTADINI’ Ringraziando per la sua cortese attenzione prestataci e disponibili ad eventuali confronti, rimaniamo a disposizione e porgiamo Cordiali Saluti a Lei e a tutto il consiglio comunale.
Conversano 6 maggio 2020 – Francesco Sibilia (P.V.U. – Partito valori umani)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: