Monopoli, il 18 riapre il centro raccolta senza prenotazioni

In viale Aldo Moro (nei pressi del sottopasso ferroviario di via Michele Viterbo) è aperto il Centro di Raccolta Comunale. Il centro è aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 e la domenica dalle ore 8,00 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18. Durante l’estate l‘orario pomeridiano è modificato dalle ore 16.00 alle ore 19.00 mentre la domenica dalle ore 7.00 alle ore 13.00 e dalle ore 18.00 alle ore 20.00. Gli orari di apertura potranno subire variazioni, in funzione delle esigenze che emergeranno dalle frequenze dei depositi degli utenti.

Il servizio in loco riparte lunedì 18 maggio 2020 con l’attuazione di tutte le misure necessarie per continuare a garantire il distanziamento sociale (accesso una persona per volta, utilizzo obbligatorio di mascherina e guanti, discesa dall’auto solo se autorizzati dall’operatore, ecc..) evitando assembramenti sia all’interno del CCR che nelle immediate vicinanze dell’ingresso.

 

 

I cittadini potranno recarsi presso la piattaforma muniti di codice fiscale e documento di identità per il conferimento delle seguenti tipologie di rifiuto:

  • Imballaggi di carta e cartone
  • Imballaggi in plastica
  • Imballaggi in legno
  • Imballaggi in metallo
  • Imballaggi in materiali misti
  • Imballaggi in vetro
  • Contenitori T/FC
  • Rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione(solo da piccoli interventi di rimozione eseguiti direttamente dal conduttore delle civili abitazioni)
  • Rifiuti di carta e cartone
  • Rifiuti in vetro
  • Abiti e prodotti tessili
  • Solventi
  • Acidi
  • Sostanze alcaline
  • Prodotti fotochimici
  • Pesticidi
  • Tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio
  • Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Oli e grassi commestibili
  • Oli e grassi diversi da quelli al punto precedente ad esempio oli minerali esausti
  • Vernici, inchiostri, adesivi e resine
  • Detergenti contenenti sostanze pericolose
  • Detergenti diversi da quelli al punto precedente
  • Farmaci
  • Batterie e accumulatori al piombo derivanti dalla manutenzione dei veicoli ad uso privato, effettuata in proprio dalle utenze domestiche
  • Rifiuti legnosi
  • Rifiuti plastici
  • Rifiuti metallici
  • Sfalci e potature
  • Ingombranti
  • Cartucce toner esaurite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: